Archivi tag: snatch

Snatch – Lo Strappo

Guy Ritchie, 2000, UK, 104minuti

Trama:  Le storie di tanti personaggi si intrecciano tra di loro, ruotando intorno ad un furto di un diamante, incontri clandestini di boxe, debiti, sparatorie, e un cane. Il tutto si svolge nelle strade di Londra tra i quartieri malfamati, i ricchi imprenditori della malavita, i disperati, e un clan di zingari.

Il Film: una commedia divertente e grottesca, il montaggio perfetto è quello dei  ritmi velocissimi che caratterizzano i migliori film di Guy Ritchie (Lock & Stock e RocknRolla sono praticamente identici come idea e sviluppo). Quei ritmi che il cinema italiano non riesce nemmeno a immaginare, perché noi bisogna sempre metterci i dialoghi carichi di pathos, la musica drammatica, la storia d’amore obbligatoria, si fa di tutto per rendere il film pesante. Qui la storia è geniale per come si incastrano le varie vicende dei protagonisti, e sebbene sia surreale, resta molto legata ad una realtà quotidiana in cui imperversa sempre la sorte, spesso contraria.

Il cast è ottimamente composto da Jason Statham, che si sveste dei panni di superduro per indossare quelli di un delinquentello, che cerca soldi tra slot machine e scommesse sul suo pugile Meraviglia, aiutato da Stephen Graham. Alan Ford è il boss della malavita, Testarossa. Benicio Del Toro è colui che per primo ruba il diamante, dando il via ad una serie di omicidi per il possesso della pietra. Dennis Farina è un gioielliere americano interessato all’affare che si farà aiutare da un immenso Vinnie Jones nel ruolo di Pallottola al dente Tony. Tanti altri attori giusti, ma tra tutti spicca sicuramente Brad Pitt, favoloso nella parte dello zingaro che non ne vuole sapere di perdere gli incontri truccati. Si dice che pur di prendere parte al progetto Pitt si sia notevolmente ridotto il consueto ingaggio milionario, regalando così un’interpretazione che ricorda l’arroganza e la follia di Tyler Durden in Fight Club.

Il film corre forte, senza pause, senza cali di tensione, anche grazie al rock inglese di sottofondo, alle battute divertenti, ad un’adrenalina ben dosata nella stravaganza della trama.

Voto 7.5: “Sapete com’è Londra…tè, nebbia, Big Ben, cibo di merda, tempo peggio, Mary scassapalle Poppins…Londra!”. Guy Ritchie originale e cinico per davvero, non come in Sherlock Holmes, che chiaramente però riscuote un successo mondiale.

 Capitano Quint

1 Commento

Archiviato in azione, Film