Viva L’Italia!

Massimiliano Bruno, Ita, 2012

Trama: il cast italiano delle grandi occasioni: Placido, Bova, Angiolini, Gassman, Papaleo, tutti riuniti in uno dei film più bugiardi, buonisti, ipocriti, in una parola brutti, degli ultimi anni.

Il film: dico solo la cosa più allucinante, il film è una sottospecie di critica alla falsità dei politici italiani, un’ode al populismo, al qualunquismo, il regista recita brani della Costituzione per far vedere come non sia rispettata, insomma si critica il sistema al potere in Italia, e poi la prima scritta che appare nei titoli di coda è:
FILM PRODOTTO DA UN POOL DI BANCHE TRA LE QUALI UNICREDIT, SAN PAOLO, E STI CAZZI.
Ma stiamo scherzando? Vuoi fare il film impegnato della minchia, critichi i politici, critichi il sistema, e ti fai pagare sta cacata da un pool di banche?!! Ma ti levi di culo.

Premio “non c’ho voglia de recità” a tutto il cast.
Premio squallore a due scene: Placido, politico pentito, che cammina tra le macerie de L’Aquila, e sempre Placido che cammina, stavolta in rallenty, in mezzo agli scontri tra giovani e caschi blu. Alla grande, continuiamo così.

Il Voto: 4 al film, non diverso dalle altre commedie commerciali. Attori inqualificabili, situazioni imbarazzanti, parti comiche che fanno quasi compassione.
Il Voto: 2 alla bieca operazione buonista stile Rocky 4 “se io posso cambiare, tutto il mondo può cambiare”.
No idiota, se ti fai dare i soldi da un pool di banche per fare un film che finisce con il volemose bbene siamo italiani, non cambia un cazzo.

Capitano Quint

livello della comicità espresso dalla divertentissima gag con “elena-elena di troia”

Annunci

8 commenti

Archiviato in commedia, Film

8 risposte a “Viva L’Italia!

  1. Idolo Stallone che cerca di far avvicinare USA e URSS con un film che definirei a essere buoni “idiota” XD ricalcato un po’ adesso da Rodman con la Corea del Nord

    • no allora, il discorso di Rodman dopo aver salvato il mondo dall’attacco nucleare coreano, è stato molto ma molto meglio di quello di rocky. Disse qualcosa del tipo: “non dico di dover vincere il nobel per la pace, ma se non finisco tra i primi 3 è uno scandalo”.
      Amare Dennis sempre, ovunque, comunque.

  2. Non mi frega più di tanto chi ha pagato il film. É una cavata comunque….

  3. Ti ringrazio del “mi piace” sul mio blog, il tuo post non l’avevo visto, ma con toni diversi (da toscani) siamo sulla stessa linea. Sono nuovo come blogger, ma credo che sarà il primo e ultimo commento negativo che faccio. Del resto è anche una perdita di tempo, e preferisco spenderlo per segnalare quel che di buono ancora c’è o c’è stato.

    • quando ci vole, ci vole.
      A volte sento la necessità di dire “no, a me sta roba non piace, e no, non vado al cinema per staccare un po’ il cervello” espressione che viene usata per giustificare gli ultimi 15 anni di commedia italiana.

      • Hai perfettamente ragione, del resto la televisione non la accendi e sei a posto, ma se paghi per vedere un buon film e poi è una c…..a, non solo non ti ridanno i soldi, ma ti fa anche star male allora è troppo.
        Tempo fa ho scritto un post sulla televisione, forse si potrebbe applicare anche al cinema…. dagli un’occhio, ci sentiamo , ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...